Le voci del Pazienti: Enrico

panico_epidemiologiaA 80 anni suonati ho scoperto le parole “DISTURBO BIPOLARE” e special­mente il loro significato, attraverso il corso omonimo, che con grande inte­resse ho seguito presso il C.S.M. di Quartu.

Durante il corso, man mano che le varie componenti del bipolarismo venivano chiarite, mi sembrava che le varie sintomatologie mi fossero sempre appartenute. I termini più comuni che mi portavo appresso erano: sindrome depressiva, disturbo schizoaffetti­vo, disturbo distimico. La quasi certezza che il bipolarismo sia ereditario mi ha creato un certo sollievo, alleggerendo il senso di colpa che mi accompa­gnava.

Al ginnasio avevo già difficoltà nella concentrazione e dovetti inter­rompere. Mi misi a lavorare presso uno Studio notarile, che trovai gratificante sia per l’indipendenza economica che per il modo con cui il datore di lavoro apprezzava il mio operato. Covavano sempre le paure di insicurezza, inade­guatezza, e per aver dovuto interrompere gli studi, e per la paura di essere debole, gracile, paura che dovevo nascondere con ogni mezzo. La grande crisi avvenne quando persi il lavoro per un diverbio con il notaio. Tutta l’impalca­tura crollò e per lunghissimi cinque anni ho vissuto in famiglia senza riuscire a trovare sollievo.

Avevo rivoluzionato le relazioni esterne ed il mio tenore di vita, in cerca di un “ miracolo”nei farmaci, negli psichiatri, utili quando si creava un empatia con qualcuno di essi. La psicoanalisi mi avrebbe aiutato a capire, negli anni 80, tanti problemi. Dopo i 5 anni, ho ripreso a lavorare , mi sono creato una famiglia e sono pensionato e nonno di tre nipotini. L’insod­disfazione che periodicamente mi accompagna, pur avendo fatto grossissimi progressi, mi spinge a trovare sempre nuovi stimoli, abbandonando o meglio accantonando per scarso piacere quelle attività che mi hanno aiutato in certi periodi, alla ricerca sempre di un qualcosa di nuovo. 

Qualcosa come… rifrequen­tare il corso di “disturbo bipolare” per illuminare gli angoli bui che mi ritrovo, ovviamente con l’aiuto dei docenti e dei partecipanti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...