Un anno dopo

Mi riaffaccio dopo tempo al blog… rileggo le vostre testimonianze, mi tornano alla mente i vostri volti, ripenso ai vostri vissuti di allora, alle aspettattive, al percorso fatto insieme, alle consapevolezze da voi acquisite, alle abilità sviluppate nel gestirvi e imparare a convivere con il disturbo bipolare…percepisco le mie emozoni in relazione a voi e sento nei vostri confronti vicinanza ed affetto …
Poi le immagini sfumano e ai vostri volti si affiancano quelli di chi, oggi, partecipa allo stesso programma psicoeducazionale, con lo stesso interesse e la stessa partecipazione, attenta e motivata.
Mi piacerebbe che vi incontraste, che vi apriste all’esterno, per potervi ancora offrire occasione di confronto e condivisione, di comprensione e sostegno reciproco, e trasmettere, anche fuori dal contesto conosciuto, il messaggio che chi soffre di Disturbo Bipolare, può arrivare a superare la dimensione di solitudine e sentirsi appartenere ad un gruppo capace di accogliere chi vive la stessa intensa esperienza.
E credo che sia così, con le vostre e le nostre risorse, che potremmo continuare a lottare per un mondo migliore, capace di accogliere anche chi non vive la stessa intensa esperienza.